Nel 1775, a Torino, già esistera una Libreria Bocca, dei fratelli Bocca, tipografi artigiani.
Con spirito imprenditoriale, Giuseppe Bocca, nel 1822, aprì la sua bottega in Corsia dei Servi.
Dal 1829 al 1930, la libreria conobbe una tranquilla esistenza, grazie al titolare dell’epoca Rumolard.
Nel 1930, avvenne il trasferimento in Galleria Vittorio Emanuele II.
Specializzata in libri di pregio e d’arte, nel suo piccolo spazio è densa di libri, ma ciò non ne ha  mutato il profilo pur nel succedersi delle gestioni, da Luciano Mauri a Giacomo Lodetti, che la gestisce con la famiglia.
Elementi risalenti al 1865, la testa di Medusa e il capitello di colonna in ghisa, presenti nel negozio.
Se anche non si dovesse acquistare nulla, il Touring Club Italiano consiglia di entrare in questa bottega, quantomeno per ammirare il pavimento a quadri rivestiti di cristallo.
Le prove d’artista, qui, vengono stampate su carta a mano.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: