Ordinario di Lettere italiane e latine presso il Liceo Classico Statale “Alessandro Manzoni” di Milano.
A vent’ anni, nel gennaio 1936, ha iniziato a pubblicare articoli e contributi di studio su argomenti di cultura milanese e lombarda sulla rivista della “Famiglia Meneghina”, sull’Archivio storico-lombardo, sul “Rendiconti” dell’lstituto Lombardo di Scienze e Lettere, sull’Archivio Storico Lombardo, sul “Bollettino storico della Svizzera Italiana “.


 

Notevoli i contributi che, sotto l’illuminata guida del prof. Alessandro Visconti (il quale gli fu per un decennio impareggiabile amico e disinteressato Maestro) il Farra ha pubblicato nei “Rendiconti dell’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere e precisamente:
1951 Di alcune errate attribuzioni letterarie a Gian Paolo Lomazzo
1951 Annotazioni relative al dialetto usato dalla cinquecentesca Accademia della
Val Blenio
1953 Una rara edizione di poeti petrarchisti del ‘500 e La Accademia dei  Trasformati
1954 Parini dialettale (contributo alla Storia della letteratura milanese del ‘700)
1955 Per il volume edito in memoria del prof. Visconti, ha pubblicato un contributo su La
poesia dialettale di Gerolamo Birago
1966 e 1976 Pubblica per i tipi della Edikon “Il Parnaso dialettale milanese contemporaneo.

Ha preso parte ai Congressi nazionali di Studi Manzoniani nel 1961 (Annotazioni relative alle poesie giovanili di A. Manzoni) e nel 1963 (Giuseppe Ripamonti, fonte storica dei Promessi Sposi).
Interessante la comunicazione tenuta al 5° congresso della Società Storica Lombarda a Lugano: L’emigrazione dalla Val Blenio a Milano attraverso i secoli (1961).
Sempre su argomenti di cultura lombarda e specificamente di letteratura dialettale milanese, ha tenuto numerose conferenze alla Famiglia Meneghina, alla Famiglia Artistica Milanese, alla Sala del Grechetto presso la Civica Biblioteca di Milano (da menzionare la sua conferenza sul Conte di Carmagnola per il ciclo manzoniano organizzato dal Centro Nazionale di Studi Manzoniani, al Circolo del Castello, al Cenacolo Milanese ed in altri circoli di cultura, milanesi e non milanesi.
Con l’autorizzazione del «Resgiò» della Famiglia Meneghina ha organizzato e realizzato (1963-1964) un corso di Letteratura dialettale milanese, cui hanno contribuito anche Anna Carena, Severino Pagani e Claudio Cesare Secchi.
Varie le sue liriche in vernacolo milanese: degna di rilievo la lirica Ciaravall, che ottenne il secondo premio nel primo concorso bandito dal “Cenacol milanes” (1961).

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: