E’ nato a Milano, al Carrobbio ed è stato battezzato nella parrocchia di San Lorenzo alle Colonne.
Ha recitato nella Compagnia del Teatro Gerolamo e ha lavorato con registi di prestigio.
Porta in teatro, alla radio e alla televisione, il messaggio artistico denso di milanesità.

 

Le sue interpretazioni hanno sempre riscosso l’unanime consenso del pubblico e della critica.
Con questa motivazione, nel 1988, l’Amministrazione Comunale di Milano gli ha conferito l’attestato di Benemerenza Civica.
Attore di prosa, cinema, radio, televisione e cabaret, ha lavorato con Peppino De Filippo, Patroni Griffi, Zurlini, Vancini, Pasquale Festa Campanile, Nino Besozzi, Blasetti, Tino Scotti, Strehler, gli svedesi Michael Meschke, Ingrid Thulin e tanti altri personaggi dello spettacolo.
Al Teatro Gerolamo di Milano, dove nelle ultime stagioni è stato prim’attore, ha scritto e ridotto, con Carletto Colombo, commedie di successo.
Giornalista pubblicista, per Rai Due “Noi in Lombardia” e Novaradio Milano, ha scritto e raccontato settimanalmente “Il Lunario Lombardo”, una sua personale ricerca sulle tradizioni lombarde, che gli è valso nel 1989. da parte del Comune di Milano, l’Ambrogino d’oro.
Nel cinema ha partecipato a “La mano sul fucile”, “Il delitto Matteotti”, “Bingo Bongo”, “Clandestini nella città”, “Tentazioni metropolitane” e altri films.
Per Telenova ha ideato e condotto il programma “Storie di Lombardia”; ha partecipato a molti programmi per la Rai TV e la Fininvest dove, dall’ottobre 1990, è l’amico Arturo nella sit-com “Casa Vianello” con Sandra Mondaini e Raimondo Vianello.
Socio effettivo, dal 2000, dell’Accademia del Dialetto Milanese, è stato “Meneghino” nel Carnevale Ambrosiano con la “Cecca” Wilma e Angelis.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: