Classe 1930.
Ha iniziato a far teatro a 15 anni.
Il suo primo lavoro teatrale lo ha composto nel 1944.
Da quell’anno ha scritto circa 60 commedie.

 

Di queste ecco quelle in dialetto:
Andrea Lumaga Trasporti Rapidi, Assunta, Benzina e campann, Cristina la mia mamma, Donn de Milan:-Mafalda -Matilde -Marina, El cortil de Cassinett, Eìl resentin, El secrista de San Firmin, El travet del Vigentin, El vestì de l’Adalgisa, I ratter del Navilli, La comedia in concors, Luis l’oreves, Maria, Mi voti el me marì, Stori de caa nostra: -Al Gigi ghe campana i pee- La crapa del nonno -La cà stretta, Succed a Milan: -A Porta Volta -Doe gh’è i danee -In Via Pomponazzi,  In tassì al canton de l’amor, El cappellee de la Riva.
Redattore di “Controcorrente”, rivista teatrale nella Diocesi di Milano sino agli anni sessanta, è uno degli ideatori della rivista “Teatro” che per decenni è stato il supplemento di cultura teatrale de “L’Eco degli Oratori”.
Fonda nel 1959 la “Compagnia dei giovani” di Milano e riceve, nel corso della sua carriera come attore, scrittore e regista, moltissimi premi. Il più recente e ambito è L’Ambrogino d’oro 2004.
Inoltre, è uno dei fondatori, insieme a don Lorenzo Longoni, del Comitato Teatro e collabora costantemente con la Commissione Teatro Ragazzi della Fom.
Viene eletto presidente regionale del nuovo GATaL (Gruppo Attività Teatrali amatoriali della Lombardia), che incarna e promuove le finalità educative, associative, culturali e di testimonianza del teatro amatoriale di ispirazione cristiana.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: